Esco Bistrò Mediterraneo

Esco Bistrò Mediterraneo

Nato circa un anno fa al civico 26 di via Tortona a Milano, nel cuore del distretto del design e della Moda, ESCO bistrò mediterraneo, il laboratorio di sapori dello chef Francesco Passalacqua, è un punto di incontro tra la città creativa, esuberante e la “vecchia Milano”, caratterizzata dalle case di ringhiera ed i soffitti con le travi a vista.

ESCO bistrò mediterraneo si sviluppa su due piani. Al piano strada è caratterizzato da un’ampia sala con una grande libreria in legno e con una imponente tela “La Cascata”, del pittore milanese Giovanni Frangi. Un ambiente rilassato ed ospitale, con divani accoglienti e tavoli in rovere, un bancone in pietra naturale Silestone®, ricavata dalle montagne dell’Almeria e con una cucina a vista, dove è al lavoro lo chef Passalacqua con la sua collaudata brigata. Al piano inferiore uno spazio di circa 100 metri quadri con ampie volte di mattoni a vista, può essere allestito con 45/50 posti a sedere ed attrezzature per conferenza (videoproiettore, lavagne, pc, etc.). Sapori mediterranei e semplicità della tradizione sono il filo conduttore di un’esperienza che in ESCO bistrò mediterraneo non è mai univoca e viene creata e ri-creata in prima persona dall’ospite, grazie ad un ambiente accogliente, armonioso e flessibile, a cena come a pranzo. ESCO bistrò mediterraneo è, innanzi tutto, un luogo dove si gusta cibo eccellente, ma dove ci si può accomodare anche solo per un aperitivo o per uno spuntino veloce e leggero oppure per un cocktail a fine serata. In ogni occasione lo Chef, il Sommelier, il Mixologist ed il Direttore di Sala si prendono cura dell’ospite, garantendogli un’esperienza sempre nuova e di alto livello, dove la qualità è al primo posto.

Abbiamo incontrato Francesco Passalacqua, chef di ESCO bistrò mediterraneo.

Ecco come ha risposto alle nostre domande:

  • Di che colore è il tuo locale e perché?

Giallo come l’olio d’oliva e verde come la nostra macchia mediterranea.

  • Quali sono i tre aggettivi che identificano il tuo locale e perché?

Caldo, accogliente, di cuore.

Caldo perché da ESCO bistrò mediterraneo è come essere a casa, per il tipo di arredo, le luci, il parquet e per tutti i materiali utilizzati.

Accogliente per l’atmosfera che si respira.

Di cuore per il nostro modo di interpretare la cucina, per il servizio accurato e per la preparazione dei cocktail da parte del Mixologist. In tutto c’è una grandissima passione che vogliamo trasmettere al cliente.

  • Innovazione e tradizione: eterna rivalità o perfetto connubio?

Da che parte stai?

Mi colloco assolutamente nel mezzo. La tradizione è importante, ma l’innovazione è necessaria per far capire che dietro ad un piatto c’è uno studio, una ricerca, una passione. Mi piace dare ai miei piatti una impronta personale: uso tutte le tecniche moderne e faccio anche piatti tradizionali. Quindi la mia è una cucina in perfetta armonia tra tradizione e innovazione.

  • Come costruisci il menu? Il tuo percorso dalla selezione delle materie prime alla ideazione dei piatti

Prima di tutto ho un grandissimo rispetto della stagionalità, per cui cambio il menu ogni due mesi. Importantissima è inoltre la materia prima che deve essere di grande qualità. Voglio conoscere a fondo i miei fornitori, in modo da sapere con precisione le origini dei prodotti che acquisto. Ho per esempio quattro macellai, di cui uno in Piemonte per il Fassone e un altro sull’Appennino Romagnolo per i salumi, la selvaggina e la Mora romagnola, antica razza suina autoctona italiana. Amo anche molto le verdure e cerco comunque sempre di esaltare il sapore delle materie prime senza stravolgerle.

  • Intolleranze e stili alimentari alternativi. Nel vostro menu c’è posto per gluten free, veg?

I vegetariani trovano sempre in carta dei piatti a base di verdure, mentre per i vegani abbiamo creato un menu particolare, in grado di soddisfare le loro richieste. Siamo anche in grado di rispondere alle esigenze dei celiaci. Cerchiamo in ogni modo di accontentare il cliente, in base anche alle sue necessità alimentari.

  • Carta dei Vini: preferisci un viaggio nel mondo o una selezione di produzioni vitivinicole nostrane?

Della Carta dei vini si occupa Mario Mirea. Prediligiamo i piccoli produttori, molti dei quali conosciamo anche personalmente. Abbiamo per il 90% vini italiani, di cui il 15% biologici, espressamente richiesti dai clienti. Del resto del Mondo abbiamo etichette della Francia, della Slovenia, della Georgia e della Spagna. Abbiamo anche diverse proposte di vini al calice (bollicine, bianchi e rossi) e siamo disponibili a far assaggiare al cliente il vino che desidera.

  • La Carta delle Birre: una new entry che sta diventando importante.

Qual è il tuo rapporto?

Abbiamo poche etichette di birre artigianali, pochi prodotti ma sicuramente molto interessanti.

  • L’importanza dell’accoglienza. Cosa ne pensi e come ti sei organizzato?

Il cliente deve sentirsi come a casa: dobbiamo essere capaci di accoglierlo facendolo sentire a proprio agio, riservandogli mille attenzioni, senza mai esagerare e rispettando sempre la sua privacy.

  • Doggy Bag: un’usanza che in Italia fa fatica ad affermarsi, ma che risolverebbe molti problemi di spreco e non costringerebbe i clienti a rinunciare ad un piatto o ad una bottiglia di vino per il timore di non terminarli. Qual è il tuo pensiero al riguardo?

Ogni tanto i clienti ci chiedono di portare via qualche piatto, per cui abbiamo realizzato degli appositi contenitori. Per il vino non abbiamo mai avuto richieste.

  • Sprechi e sostenibilità. Il tuo locale è eco-friendly?

Siamo molto attenti agli sprechi in cucina. Inoltre il locale ha solo un anno di vita, per cui la tecnologia che è stata utilizzata, dalla illuminazione ai sistemi di areazione e di climatizzazione, ecc., è la migliore e la più innovativa al momento.

  • Take away: il food delivery è in continua crescita. Vi siete attrezzati in questo senso?

Non ci interessa questo tipo di servizio, anche perché ritengo che certi piatti debbano essere consumati al momento. Quello che però propongo è un “Take Away fidelizzato”, per cui vado personalmente a casa del cliente con i vari piatti e spiego come riscaldarli e servirli, in modo che non perdano le loro caratteristiche.

  • Chi sono i tuoi clienti e quali mezzi di comunicazione e promozione utilizzi per promuovere il tuo locale?

I nostri clienti sono molto eterogenei: dal gourmet che veniva da Pane e Acqua, mio precedente locale, ai ragazzi, agli stranieri. Questo era la mia aspirazione: creare un locale per tutti.

Per quanto riguarda la promozione ci siamo affidati ad un Ufficio Stampa e utilizziamo molto i Social, il sito e comunque anche la stampa, con cui abbiamo un ottimo rapporto.

CURIOSITA’ E CHICCHE SU ESCO BISTRò MEDITERRANEO

La Carta dei cocktail

Loris Mauro, trentenne siciliano DOC approda a Milano nel 2015, per affiancare lo chef Francesco Passalacqua in ESCO bistrò mediterraneo, con una proposta di Food & Drink che prevede la ricerca di abbinamenti che variano a seconda della disponibilità e della stagionalità. Il Mixologist, il professionista del “buon bere”, tecnico e creativo dei drink, lavora infatti in stretta sinergia con lo Chef, con il Sommelier e con il Direttore di Sala: ispirazione mediterranea anche per i cocktail, che in ogni momento si abbinano a piccole e sfiziose monoporzioni, disponibili a vista – che ricordano il “dim sum” cinese – in produzione con continuità dalla cucina, a garanzia di freschezza ed efficienza del servizio.

Per alcuni piatti in carta è consigliato l’abbinamento con un particolare cocktail. Aperitivi e cocktail possono essere degustati in tutti gli spazi di ESCO bistrò mediterraneo ed in qualsiasi momento della giornata.

Contenitore di eventi

ESCO bistrò mediterraneo, grazie alla versatilità del suo ambiente, ai suoi spazi contemporanei ed al suo format modulare, è il palcoscenico perfetto per eventi diversi: serate a tema, serate Jazz o con scrittori di fama, corsi di cucina, incontri, presentazioni, eventi privati ed aziendali. Il tutto sempre in abbinamento a proposte dalla cucina dello chef Francesco Passalacqua e del mixologist Loris Mauro, per pranzi, aperitivi, cene e cocktail bar.

 

ESCO bistrò mediterraneo

Via Tortona, 26

Telefono: 02.8358144
Email: info@escobistromediterraneo.it

www.escobistromediterraneo.it

Mentioned in this post
  1. Via Tortona
    MI Italy

    Via Tortona
    MI Italy
Susanna
Susanna
“Non so cucinare, ma…” è il nome che ho scelto per descrivere, in poche ma sincere parole, chi sono e quello che amo fare. Non essendo brava ai fornelli, ma adorando i nostri prodotti, i nostri vini e tutto ciò che rappresenta il nostro paese, ho deciso di organizzare eventi di qualità e degustazioni food & wine per aziende e privati in collaborazione con i migliori Chef e ristoranti di Milano e Lombardia, con cantine di nicchia e con aziende produttrici di grande qualità.

Similar Articles

One thought on “Esco Bistrò Mediterraneo

Lascia un commento

Top

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando comunque in gourmetsocialclub.saporie.com acconsenti al loro uso. Informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi