Trattoria Madonnina, l’aria della vecchia Milano

Situata nelle vicinanze del Naviglio Grande, la Trattoria Madonnina è un locale della vecchia Milano dove si respira ancora una bella atmosfera, autenticamente popolare. Una vetrina ricca di oggetti da collezionismo e foto di famiglia, appese all’interno del locale, incuriosiscono ed affascinano i clienti di questa trattoria, dove il passato ed i ricordi non sembrano poi così lontani.

Già nel 1782 era una locanda con cucina e, ultimamente, sono stati trovati degli atti giudiziari secondo i quali la Trattoria sarebbe già esistita nel 1761.

Dal 1920 al 1993 la Trattoria è stata poi gestita sempre dalla stessa famiglia. Il vecchio proprietario “Il Signor Cesare” era considerato un’ istituzione del ristorante che, solo nel 1993, decise di cedere a due suoi affezionatissimi clienti, Fabio Locatelli e Paolo Kempis, gli attuali proprietari.

Fabio e Paolo hanno cercato di mantenere il più possibile lo stile del locale nel quale infatti si trovano ancora il vecchio bancone, un pezzo unico, e diversi quadri ed oggetti che fanno parte della storia della Trattoria.

 

Abbiamo incontrato, Fabio Locatelli, uno dei due proprietari.

Ecco come ha risposto alle nostre domande…

 

  • Di che colore è il tuo locale e perché?

Giallo Milano, come il colore delle pareti: un colore caldo, che ricorda la nostra tradizione.

  • Quali sono i tre aggettivi che identificano il tuo locale e perché?

Paciarotto, confortevole, famigliare.

Paciarotto perché siamo riusciti a creare un rapporto molto stretto con i nostri clienti che, quando vengono qui alla Trattoria, ci raccontano le loro storie, i loro problemi, la loro vita. Possiamo dire di aver adottato, in questi anni, molti dei nostri clienti che abbiamo infatti visto crescere ai nostri tavoli.

Confortevole per l’ambiente, caldo ed accogliente.

Famigliare per il tipo di cucina che si rifà a ricette della tradizione italiana. Anche se la cucina milanese è sicuramente per noi determinante, abbiamo deciso di ampliare la nostra proposta perché la cucina milanese è oggi difficile da proporre integralmente, sia per il clima che per le diverse abitudini della società.

  • Innovazione e tradizione: eterna rivalità o perfetto connubio? Da che parte stai?

Siamo molto legati alla tradizione che è per noi importantissima: con la nostra cucina cerchiamo di accentuare la tipicità ed i sapori primari.

  • Come costruisci il menu? Il tuo percorso dalla selezione delle materie prime alla ideazione dei piatti

Il nostro è un menu legato alla tradizione. Abbiamo in carta dei piatti che il cliente si aspetta sempre di trovare, come il risotto giallo con l’ossobuco e la cotoletta alla milanese. Il menu del pranzo cambia tutti i giorni, mentre quello della sera cambia stagionalmente.

  • Intolleranze e stili alimentari alternativi. Nel vostro menu c’è posto per gluten free, veg?

Cerchiamo di rispondere al meglio alle esigenze dei nostri clienti a cui chiediamo informazioni su intolleranze ed allergie.

  • Carta dei Vini: preferisci un viaggio nel mondo o una selezione di produzioni vitivinicole nostrane?

In Carta abbiamo esclusivamente produttori italiani: siamo molto attenti sia alla qualità che al prezzo, cercando di trovare delle ottime proposte in grado di soddisfare i nostri clienti.

  • La Carta delle Birre: una new entry che sta diventando importante. Qual è il tuo rapporto?

Abbiamo qualche birra artigianale del Birrificio di Milano.

  • L’importanza dell’accoglienza. Cosa ne pensi e come ti sei organizzato?

L’accoglienza è fondamentale. Per noi è importantissimo che il cliente, dal momento in cui entra, si possa sentire come a casa sua.

  • Doggy Bag: un’usanza che in Italia fa fatica ad affermarsi, ma che risolverebbe molti problemi di spreco e non costringerebbe i clienti a rinunciare ad un piatto o ad una bottiglia di vino per il timore di non terminarli. Qual è il tuo pensiero al riguardo?

Siamo favorevoli all’iniziativa, sia per il vino che per il cibo.

  • Sprechi e sostenibilità. Il tuo locale è eco-friendly?

Assolutamente sì, abbiamo molto rispetto per l’ambiente.

  • Take away: il food delivery è in continua crescita. Vi siete attrezzati in questo senso?

Non siamo organizzati per questo tipo di servizio.

  • Chi sono i tuoi clienti e quali mezzi di comunicazione e promozione utilizzi per promuovere il tuo locale?

La nostra è una clientela estremamente eterogenea, dallo studente, al grande professore, al famoso professionista, al giornalista: per esempio, la redazione di Diabolik viene molto spesso a pranzo da noi e molte delle storie di Diabolik sono proprio nate ai tavoli della Trattoria.

Per la promozione dei nostri eventi e per tutte le comunicazioni utilizziamo la lavagna all’interno del locale ed il passaparola.

Siamo però assolutamente convinti che dovremo, quanto prima, convertirci ai Social.

 

 CURIOSITA’ E CHICCHE

 Un giardino con pergolato

Pergolato Madonnina

Nascosto nella corte di una tradizionale casa di ringhiera della vecchia Milano, si trova un pergolato di vite canadese e gelsomino, sotto al quale si può mangiare non appena il tempo lo consente.

Un angolo di Paradiso nella caotica Milano, dove il tempo scorre lento, dove si dimenticano i problemi e da dove è sempre difficile andarsene.

La Vetrina

Una vetrina che non sembra quella di un ristorante – ma che ricordo piuttosto quella di un negozio vintage – che Fabio cambia periodicamente, allestendola di volta in volta con suoi oggetti diversi: dischi in vinile, soldatini, borsette, orecchini della sua mamma, bambole, ecc.: anche i clienti possono contribuire, portando dei loro oggetti ed entrando in questo modo a far parte della grande famiglia e della vita della Trattoria Madonnina.

(Intervista curata da Susanna Amerigo)

 

TRATTORIA MADONNINA

Via Gentilino, 6

Telefono: 02.89409089


Email:
locbaloc@gmail.com

Facebook: quelli che vanno a mangiare alla Madonnina !!!

 

 

Max
Milanese, classe 1970, amante del buon vino e del buon cibo da sempre e con la fortuna di nascere sotto la buona stella di Civiltà del bere. Esageratamente curioso, soprattutto nel bicchiere e nel piatto, tanto da meritarsi il soprannome deMaxiado. Gourmet per vocazione!

Similar Articles

One thought on “Trattoria Madonnina, l’aria della vecchia Milano

Lascia un commento

Top

Il presente blog utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Navigando comunque in gourmetsocialclub.saporie.com acconsenti al loro uso. Informativa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi